NEWS dal mondo del WEB

PlayStation compie 25 anni: la storia della console che nacque per caso

PlayStation spegne 25 candeline: sono passati esattamente 25 anni da quando - il 3 dicembre del 1994 - Sony ha fatto il suo ingresso nel mondo delle console di gioco, cambiando radicalmente il settore per sempre.

Ingresso avvenuto quasi per caso, dal momento che la casa giapponese non ha mai progettato di intervenire a gamba tesa in un mercato che al tempo era dominato dalle connazionali Nintendo e SEGA. Troppo rischioso gettarsi nella mischia dal nulla, senza alcuna esperienza sul campo.

Tuttavia, questa possibilità cominciò a prendere forma ben 6 anni prima, più precisamente nel 1988, quando Nintendo e Sony siglarono un accordo che avrebbe permesso alle due case giapponesi di presentare pochi anni dopo - più precisamente entro il 1991 - una periferica pensata per permettere allo SNES di leggere i giochi salvati sui CD-ROM: parliamo del Super NES CD-ROM System e dei Super Disc.

Lo sviluppo della periferica divenne la causa di rottura tra i due colossi giapponesi; da un lato Sony vedeva in questa partnership la possibilità di incrementare fortemente i suoi introiti attraverso i diritti derivanti dalla vendita dei giochi su Super Disc, di cui avrebbe detenuto l'esclusiva, mentre dall'altro trovavamo una Nintendo spaventata dalla possibilità che la fetta più grossa dei guadagni potesse finire proprio nelle tasche del partner.

Sony, infatti, sviluppò sia la periferica per lo SNES, sia una console del tutto nuova, in grado di leggere i giochi sia in formato cartuccia che Super Disc. Dopo lunghi brainstorming aziendali, il nome scelto per questo strano ibrido fu Play Station (staccato!). Le possibilità che Play Station (un prototipo è stato venduto da poco!) potesse seriamente impensierire lo SNES, e che quindi Nintendo si ritrovasse sopraffatta con le sue stesse mani, spinsero la casa di Kyoto ad accantonare i rapporti con Sony e a rivolgersi a Philips per la creazione della tanto agognata periferica, siglando un accordo molto meno svantaggioso per Nintendo.

Ci troviamo ormai a metà del 1991, più precisamente al CES (si teneva in altre date!), quando Sony comunicò ufficialmente al mondo di essere al lavoro sulla sua console in grado di eseguire giochi per SNES in doppio formato. Annuncio che, nel giro di 24 ore, viene messo in discussione da un'altra comunicazione di Nintendo, la quale svela a tutti i presenti di aver siglato un altro accordo con Philips per la produzione della sua periferica.

Tutto il lavoro svolto da Sony sino a quel momento era quindi ormai messo in discussione: l'accordo con Philips avrebbe potuto facilmente portare alla perdita della licenza d'uso delle cartucce per SNES, rendendo di fatto Play Station un semplice soprammobile. Nei mesi successivi le trattative tra Sony e Nintendo continuarono, ma nel 1992 si giunse al punto di rottura definitivo: scottata per il tradimento ricevuto dalla connazionale e avendo riconsiderato la propria posizione, Sony decise - ad inizio del 1993 - che PlayStation (attaccato!) sarebbe stata una console di nuova generazione.

Ecco quindi che, a quasi due anni da quella decisione, PlayStation arrivò in commercio in Giappone, portando con sé la nuova era della console a 32 bit. Il suo debutto sul mercato fu dirompente, merito anche di una campagna pubblicitaria adulta e audace, in quanto cambiò completamente il mondo del videogioco, trasformandolo in un fenomeno culturale pop che cominciava a distaccarsi dalla nicchia del mondo nerd a cui si rivolgeva sino a quel momento.

Grafica 3D, audio in formati meno compressi e di maggior qualità, una libreria di titoli sconfinata, la nascita di icone come Crash, Spyro, la serie Wipeout, l'attesissimo passaggio al 3D di saghe storiche come Final Fantasy, l'arrivo della serie Gran Turismo (con la commercializzazione della prima generazione di joypad DualShock) e l'incredibile grafica del primo Ridge Racer: tutte queste furono le armi messe in campo da Sony per combattere una battaglia che non aveva mai pensato di cominciare.

Oggi, a 25 anni di distanza, ci troviamo alle porte della nuova generazione, con PlayStation 5 ormai ad un anno di distanza.

Data
Mer 4 Dic 2019