NEWS dal mondo del WEB

MacBook Pro in aereo: vietato su alcune compagnie

DI FRANCESCO MARINO

Secondo quanto riportato da Bloomberg, alcune compagnie aeree starebbero vietando i laptop Apple a seguito del ritiro dei MacBook Pro del 2015 con display Retina, perché la loro batteria “potrebbe rappresentare un rischio per la sicurezza antincendio”

Possibili guai in vista per chi vuole portare il proprio MacBook Pro in aereo. Alcune compagnie, infatti, stanno vietando ai proprietari di questi dispositivi di metterli tra i loro bagagli. Il motivo? A giugno, Apple ha richiamato il MacBook Pro del 2015 con display Retina, venduti tra settembre 2015 e febbraio 2017, perché la batteria “potrebbe rappresentare un rischio per la sicurezza antincendio” e la FAA ha presto ricordato alle compagnie aeree di non permettere di portare a bordo tali laptop con batterie difettose. Secondo quanto riportato da Bloomberg, però, alcune compagnie aeree starebbero vietando i laptop Apple indipendentemente dalla batteria difettosa.

MacBook Pro in aereo: le compagnie che li vietano
Virgin Australia non vuole correre rischi: sta vietando a ogni singolo MacBook di essere trasportato nel bagaglio. In un avviso sulla sua pagina relativa alle “merci pericolose”, la compagnia non fa distinzioni per forma, dimensioni dello schermo o anno in cui è stata fabbricato: tutti i “MacBook Apple” possono essere trasportati sugli aerei solo nel bagaglio a mano.

Ciò può sembrare estremo, poiché la maggior parte dei laptop Apple non è stata richiamata. La policy fa sembrare che puoi comunque usare i tuoi laptop una volta in volo.

Ma se voli su Qantas Airways con un MacBook Pro da 15 pollici, quest’ultima parte potrebbe non essere vera. Non solo il vettore vieta il trasporto nel bagaglio registrato di ogni singolo MacBook Pro da 15 pollici, ma non consente neanche l’utilizzo in volo.

“Fino a nuovo avviso, tutti i MacBook Pro da 15 pollici devono essere trasportati nel bagaglio a mano e spenti durante il volo, a seguito di un avviso di richiamo emesso da Apple”, ha affermato un portavoce di Qantas a ZDNet.

In effetti, è comprensibile che Quantas non sia in grado di dire facilmente se un MacBook Pro da 15 pollici del 2015 abbia o meno una delle batterie richiamate (la verifica richiederebbe la ricerca di un numero di serie online). Tuttavia, sarebbe meglio se esentassero almeno i modelli del 2016 e i MacBook Pro con Touch Bar, che presentano diverse caratteristiche visive abbastanza facilmente distinguibili e non sono stati soggetti a richiamo per via della batteria.

Data
Ven 6 Set 2019