NEWS dal mondo del WEB

Sempre più social: quali sono i numeri di internet?

Quella in cui viviamo è senza dubbio l’era di internet. Una definizione più che giusta, dato l’uso ormai quotidiano che tutti noi facciamo del web per tutti gli aspetti della nostra vita. I numeri dell’utilizzo di internet a livello mondiale fotografano una situazione contraddittoria, in cui la situazione sembra ricalcare quella della distribuzione della ricchezza a livello globale: aree iperconnesse e altre invece con molti problemi strutturali.

Nel 2018, gli utenti connessi sono stati poco più di 4 miliardi. Vuol dire il 50% della popolazione mondiale, un numero altissimo se si pensa che parliamo di una tecnologia ancora relativamente recente. Ma il dato è ancora più strabiliante se si tiene conto delle connessioni mobile via smartphone: si parla del 68% della popolazione globale, ossia 5,1 miliardi di persone. Si tratta di numeri che fanno registrare una crescita del 7% rispetto al 2017, con più di 250 milioni di utenti connessi per la prima volta.

Nel panorama mondiale, sono i social network a farla da padrone. Facebook, il leader incontrastato del mercato, conta ad oggi 2,1 miliardi di utenti, con una crescita media del 15% annuo. Al secondo posto YouTube, che se non è un social in senso stretto di sicuro è la maggior piattaforma di condivisione video al mondo: 1,5 miliardi.

Se si prende in esame la diffusione del web continente per continente però iniziano ad apparire le prime differenze. In Europa, l’85% della popolazione ha accesso alla rete; in Africa, invece, poco più del 22%. In Asia, che pure ha conosciuto una grande crescita tecnologica nell’ultimo decennio, sono più di 2 miliardi le persone che non hanno accesso al world wide web. Un dato che fa riflettere, se si pensa che nell’economia globale internet è indispensabile.

E l’Italia? Il nostro paese purtroppo si distingue per avere una media di connessioni molto più bassa rispetto a quella europea: appena il 73%. Se si pensa che paesi come la Danimarca e il Lussemburgo hanno oltre il 97% dei loro abitanti online, si capisce come la strada per la digitalizzazione del bel paese sia ancora lunga.

Quali sono i motivi di un aumento così esplosivo delle connessioni internet nel mondo? Di sicuro un fattore importante è stata l’introduzione degli smartphone, che hanno permesso anche a chi abita in aree rurali, di solito sfornite delle infrastrutture adatte, di usufruire del web. Inoltre, avere un sito internet è diventato uno strumento di importanza fondamentale per il successo di qualunque attività economica. Aziende, professionisti e negozi utilizzano le proprie pagine web per farsi conoscere, comunicare con i propri clienti, offrire servizi e vendere beni di vario tipo. La tecnologia, d’altronde, permette a chiunque di creane uno: basta procedere alla registrazione dominio, strutturare il sito grazie ai tanti CMS disponibili e creare i contenuti che si vuole mettere online (magari consultando una guida su come creare un sito internet).

Non è un caso se esistono su internet esistono ad oggi più di 1 miliardo di pagine web diverse: dai blog ai siti personali, dagli e-commerce alle tante wiki sugli argomenti più disparati, chiunque può utilizzare internet per condividere contenuti od ottenere visibilità. La fase pionieristica del web, quando solo pochi esperti erano in grado di creare dei siti, è ormai alle nostre spalle. E il futuro? Tutto lascia pensare che internet diventerà una risorsa ancora più importante nelle nostre vite, e che ci orienteremo sempre di più verso un uso attivo del web, creando contenuti noi stessi e non solo cercando informazioni o servizi.

Data
Gio 7 Mar 2019