NEWS dal mondo della musica

Nasce Google Song Maker: fare musica, senza essere musicisti

Di Fausto Bisantis

Browser are our best friends? Potrebbe essere una paradossale verità se ci soffermassimo a vedere quanto tempo passiamo a contatto con il nostro motore di ricerca, rispetto ad un persona vera. Questo perché questi strumenti non si limitano più alla visualizzazione di pagine, immagini e video, ma vanno sempre avanti nella realizzazione di un nuovo tipo di rapporto tra contenuti e interazione umana. Non è un caso che tali dinamiche ormai guardino con curiosità a tutti gli aspetti della vita, ma anche a tutte le professioni.

In questo caso Google, ha fatto un altro salto di qualità, ponendo il suo browser più famoso e utilizzato, Chrome a diventare uno strumento per la comprensione dei linguaggi: uno dei più importanti è la musica. Nasce a questo proposito Google Song Maker; un progetto messo a punto da Chrome Music Lab, nel 2016, per permettere a tutti di realizzare facilmente la propria musica.

E’ stato probabilmente una presa di coscienza che ha origini remote, ovvero quella che prende spunto da un famoso slogan di Dick Clarke; “Music is soundntrack of our life” a riprendere il concetto di come ogni momento della nostra vita, sia scandito dalla musica.

Senza andare troppo indietro alle dinamiche della Music Concrete, Song Maker è forse una delle novità più divertenti e originali, perché consente agli utenti, anche non musicisti, di creare musica originale direttamente dal proprio browser.

Non si tratta ovviamente di un sostituto dell’insegnate di armonia e composizione, né di una variante più generica dei programmi specifici per la creazione musicale, come Sibelius, ma il risultato “suona bene in teoria” e anche in “pratica”.

Song Maker si pone come uno strumento per la creazione di brani musicali, semplice ma ben dettagliato e non è rivolto necessariamente a musicisti professionisti o compositori.

Si tratta di un sequencer dedicato ai due principi generali della composizione di un brano: melodia e ritmo. Attraverso una master keyboard, o la tastiera del computer, è possibile scegliere le diverse varianti musicali (strumento e tempo); dopodiché basta posizionare le note sullo spartito e ascoltare il lavoro.

All’interno della piattaforma Song Maker vi è anche la possibilità di creare loop con strumenti musicali diversi, tenendo conto che le variabili strumentistiche non sono molte. E’ possibile però salvare il lavoro e magari collaborare a distanza con altri utenti; il tutto senza necessariamente creare un account.

Esistono ovviamente delle opzioni anche per i musicisti esperti, come il cut off sulla lunghezza dei loop, il numero di battute e la gamma di ottave dello strumento.

Qualora l’offerta orchestrale fornita da Google non fosse sufficiente, è possibile utilizzare il microfono per aggiungere gli effetti vocali, canto o anche collegare un’interfaccia MIDI esterna.

Per saperne di più vai su: Song-Maker

Data
Mer 21 Mar 2018